Simulazione calcolo pensione

Simulazione calcolo pensione contributiva: il sistema misto

Dal 2012 l'importo della pensione è calcolato con il sistema misto: sui contributi versati fino al 31 dicembre 2011 è applicato il sistema retributivo, mentre per quelli successivi è previsto il sistema contributivo.

Sul Web sono disponibili molti simulatori per il calcolo della pensione, programmi che, inserendo alcuni dati sulle retribuzioni e sull'andamento della carriera lavorativa del richiedente, calcolano una stima dell'ammontare della pensione futura.

La stima dell'importo della pensione sarà ottenuta applicando, alle informazioni fornite, le regole di calcolo vigenti. Se il richiedente matura il diritto alla pensione nell’anno in corso è necessario, affinché il risultato risulti affidabile, inserire in modo dettagliato, tutte le retribuzioni degli anni precedenti.
Se il diritto alla pensione sarà maturato il prossimo anno, il risultato sarà molto approssimativo poiché sulla simulazione calcolo pensione influiranno elementi ricostruiti su base statistica o ipotetica e quindi meno precisi.

Simulazione calcolo pensione: i coefficienti di rivalutazione

I coefficienti di rivalutazione delle retribuzioni pensionabili utilizzati dai simulatori, relativi al calcolo dei contributi versati negli anni precedenti al 2014, sono quelli comunicati dall'Inps.

Per gli anni successivi invece i redditi, l'inflazione e il Pil nominale vengono stimati come previsto dalle indicazioni contenute nel Documento di economia e finanza 2013, oppure espressi in forma indicativa.

Per quanto riguarda la quota contributiva della pensione, dal primo gennaio 2012, è possibile inserire un periodo di contribuzione più corto di quello che deriva dal proseguimento dell'attività senza interruzioni fino al pensionamento, ma il risultato ottenuto sarà molto indicativo.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: