RITA Pensioni 2017: che cos’è, chi sono i destinatari e quali sono i requisiti necessari

Negli ultimi tempi si sta sentendo parlare molto della RITA, acronimo di Rendita Integrativa Temporanea Anticipata. Ma di cosa si tratta? E qual è il legame con le pensioni?

RITA Pensioni 2017: che cos'è?

La rendita integrativa temporanea anticipata è una delle modalità, contenuta all'interno della legge di Bilancio per il 2017, per anticipare il versamento di un reddito così da raggiungere la pensione di vecchiaia per i lavoratori che abbiano fatto ricorso a forme di previdenza integrative regolate dal Dlgs 252/2005.

L'operazione consiste in un reddito ponte, erogato dal Fondo di previdenza complementare a cui il lavoratore ha contribuito (se ha aderito a queste forme complementari di previdenza) con la conseguenza di erodere il capitale accumulato nel fondo.

RITA Pensioni: i requisiti

Ancora in via sperimentale, dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018, la RITA pensioni si rivolge ai lavoratori iscritti a forme di previdenza pubbliche obbligatorie e che abbiano i seguenti requisiti:

  • almeno 63 anni di età;
  • 20 anni di contributi;
  • a non più di 3 anni e 7 mesi dal pensionamento di vecchiaia nel regime pubblico obbligatorio;
  • maturato un rateo pensionistico nel regime obbligatorio non inferiore a 1,4 volte il trattamento minimo INPS (702,65 euro al mese).

RITA e incentivi fiscali

E' possibile beneficiare di alcuni incentivi fiscali in quanto l'operazione prevede che la parte imponibile della RITA venga assoggettata a tassazione con la ritenuta a titolo d'imposta con l'aliquota del 15%.

Viene inoltre ridotta dello 0,3% per ogni anno oltre il quindicesimo di partecipazione a forme pensionistiche complementari, con un limite massimo di riduzione di 6 punti percentuali fino ad abbassare l'aliquota sostitutiva al 9%.

Per applicare l'aliquota ridotta, verranno conteggiati fino a un massimo di 15 anche gli anni di iscrizione alla previdenza complementare precedenti al 1° gennaio 2007.

RITA Pensioni 2017: chi sono i destinatari?

Potranno accedere alla RITA pensioni i seguenti cittadini:

  • i lavoratori del settore privato;
  • i dipendenti del settore pubblico.

In ambo i casi devono aver aderito a fondi pensione o piani individuali pensionistici. 

Chi non può accedere alla RITA 2017?

Non possono beneficiare della RITA pensioni i lavoratori aderenti ai fondi preesistenti (istituiti prima del 1993) in regime di prestazione definita, poiché i fondi in questione potrebbero portare a effetti negativi sull’equilibrio delle gestioni.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

Calcolo Pensione Online: ultime notizie

Calcolo Irpef: come regolarsi con i redditi da pensione Come regolarsi con il calcolo Irpef legato a redditi da pensione? Ecco qualche chiarimento in merito, con le specifiche sulle detrazioni. Calcola Irpef 2015: il caso del contribuente under 75 Nel caso di contribuenti che al 31 dicembre dell'anno d'...
Rivalutazioni pensioni 2017: tutte le novità sull’adeguamento delle pensioni Rivalutazioni pensioni: le lettere di ricorso vanno inviate entro il 31 gennaio Rivalutazioni pensioni 2017. Grazie al decreto Salva Italia del dicembre 2011 è stato confermato l’adeguamento delle pensioni superiori al triplo minimo Inps. Misura che...
Come funzionano i voucher: tutte le informazioni sui buoni lavoro Per avere le idee più chiare sulle caratteristiche del mercato del lavoro è necessario informarsi su come funzionano i voucher, i buoni lavoro che regolarizzano la remunerazione del lavoro occasionale accessorio. Dove si acquistano i buoni lavoro L...
Come effettuare il calcolo pensione supplementare Inps? Calcolo pensione supplementare Inps: quali sono i requisiti necessari per accedere alla prestazione? La pensione supplementare è una prestazione previdenziale erogata ai lavoratori titolari di contribuzioni accreditate nell’Assicurazione Generale Ob...
No tax area pensionati sotto gli 8 mila euro No tax area pensionati Legge di Stabilità Da diversi mesi ormai aleggiano mille dubbi sulla nuova Legge di Stabilità, che negli ultimi giorni sta subendo gli ultimi ritocchi in Commissione bilancio alla Camera, soprattutto per gli emendamenti riguar...

 

Maggiori informazioni qui: , ,
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: