Come andare in pensione anticipata senza essere esodati?

Pensione anticipata senza essere esodati: chi può accedere al trattamento?

Con le norme attualmente in vigore è possibile andare in pensione in anticipo senza rientrare nella categoria degli esodati, e incassando quindi l'assegno pensionistico senza penalizzazioni.

La circolare n.24/2013 del Ministero del Lavoro ha infatti definito le forme di prepensionamento senza penalizzazioni previste per i lavoratori dipendenti assunti in aziende private. Questi possono accedere alla pensione anticipata, a condizione che al richiedente non manchino più di 4 anni per l'accesso alla pensione.

Quali sono i requisiti necessari per accedere alla pensione anticipata senza essere esodati?

Hanno accesso al prepensionamento senza penalizzazioni solo i soggetti assunti in aziende con almeno 15 dipendenti, che hanno concluso il rapporto di lavoro tramite “incentivo all’esodo” o licenziamento collettivo.

Gli incentivi all'esodo sono dei particolari accordi che definiscono la fine del rapporto di lavoro con un accordo fra le parti. Tuttavia tali contratti sono validi solo se sono stati sottoscritti prima dell'entrata in vigore della riforma pensioni del 2012. Hanno diritto alla pensione anticipata sena essere esodati tutti i contribuenti iscritti all'Inps (comprese le gestioni ex Inpdap ed ex Enpals) o ad altre gestioni di forme previdenziali obbligatorie

L'articolo 4 della legge 92/2012 (Riforma Fornero 2012) stabilisce infatti la possibilità per i datori di lavoro di sottoscrivere, nei casi di eccedenza di personale, degli accordi, con i sindacati, volti ad incentivare l’esodo dei lavoratori più anziani. In questi casi il datore di lavoro si impegna a corrispondere al lavoratore una retribuzione mensile pari all'assegno di pensione spettante.

Allo stesso tempo il titolare dell'impresa deve versare all’INPS la contribuzione dovuta per il dipendete fino alla data in cui questi raggiunge i requisiti necessari al pensionamento.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: