Riforma pensioni 2016: le lavoratrici chiedono l’opzione donna

Riforma pensioni 2016: le lavoratrici richiedono la proroga dell’opzione donna

La prossima settimana si annuncia cruciale per le decisioni del Governo in merito alla riforma del sistema previdenziale italiano. Sono molti infatti i lavoratori che ancora pagano le conseguenze della legge Fornero, prime su tutte le donne, che nel giro di 4 anni si sono viste aumentare l’età pensionabile da 61 anni a 63 anni e 6 mesi.

Per richiedere un accesso alla pensione più agevolato molte lavoratrici si sono coalizzate creandola pagina Facebook “Opzione Donna Proroga al 2018”. Queste chiedono la proroga del regime sperimentale Opzione Donna, che consente il pensionamento con 57 anni di età e 35 di contributi. Se la manovra non venisse inclusa nelle modifiche alla legge 214/2011 infatti le condizioni imposte alle lavoratrici per l’accesso alla pensione potrebbero persino peggiorare.

Riforma pensioni 2016 con opzione donna: i vantaggi per il mercato del lavoro

Secondo le portavoce del gruppo, intervistate da UrbanPost, l’esenzione dell’opzione donna consentirebbe il ricambio generazionale della classe lavoratrice con la conseguente riduzione del tasso di disoccupazione giovanile, che nel 2014 ha toccato il 42,6% (il livello più alto registrato dall’inizio delle serie storiche, nel 1977).

Sempre a detta delle lavoratrici del gruppo Facebook, la proroga dell’opzione donna fungerebbe anche da ammortizzatore sociale, permettendo alle aziende in crisi di mandare in pensione le loro impiegate invece di ricorrere ad ammortizzatori sociali come la cassa integrazione.

In merito alle recenti dichiarazioni del ministro Padoan, secondo cui l’accesso alla pensione dovrebbe essere legato soprattutto all’età anagrafica, le signore di “Opzione Donna Proroga al 2018” si trovano in netto disaccordo. Non si può pensare che un lavoratore di 57 anni con 37 o 40 anni di contributi, debba continuare a lavorare per altri 10 anni per raggiungere il requisito di età.

Riforma pensioni 2016: la proposta shock delle lavoratrici

Per quanto ci riguarda- continuano- se il governo deciderà di voler adottare una nuova forma di Opzione Donna con l’aumento del requisito anagrafico, l’età pensionabile dovrà essere al massimo di 60 anni. Ipotizzare un’uscita a 62/63 anni è completamente assurdo e comporterebbe un peggioramento delle condizioni attuali. Governo, Parlamento e Commissioni Lavoro devono sapere che non faremo prendere in giro.

E se dovessero mancare i fondi? Allora ci facciano almeno decidere come investire i nostri contributi previdenziali. È questa la proposta shock delle lavoratrici: basta trattenute previdenziali dagli stipendi.

Abbiamo già inviato una lettera al Presidente Mattarella e aspettiamo una risposta, ma per il futuro prossimo, sono in programma molte altre iniziative. Quello che ci auguriamo- concludono- è che la nostra istanza venga accolta, e soprattutto che i politici italiani si rendano conto che non è possibile ragionare di pensioni solo sulla base di conti ragionieristici.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

Calcolo Pensione Online: ultime notizie

Pensioni news donne: ancora nessuna risposta dal Governo Il tema delle pensioni news donne è uno dei più caldi in ambito previdenziale, soprattutto in vista delle modifiche alla Legge Fornero. Pensioni: prosegue la battaglia del “Comitato Opzione Donna” La battaglia del “Comitato Opzione Donna” va avanti...
Pensioni anticipate donne: requisiti e richiesta Il tema delle pensioni anticipate donne è stato uno dei più discussi negli ultimi mesi per quanto riguarda l’ambito previdenziale, il tutto nel corso di un 2015 privo di effettivi cambiamenti rispetto alla Legge Fornero, che ha penalizzato diverse ca...
Novità su pensioni: opzione donna e precoci Quali sono le principali novità su pensioni? Con l’inizio dell’anno, dopo un 2015 dominato dalle discussioni sulla flessibilità in uscita e sull’opzione donna, si torna a parlare di questo tema con un cauto ottimismo. Novità su pensioni oggi: le dic...
Pensioni donne: le ultime novità sulla flessibilità in uscita Riforma pensioni ed elezioni regionali: ultime notizie dal Governo Quanto influiscono le elezioni regionali sulla riforma del sistema previdenziale? Una domanda che si pongono molti elettori, anche se, stando alle ultime notizie diffuse dal Governo,...
Pensione opzione donna 2017: le critiche della sociologa Chiara Saraceno Chiara Saraceno, sociologa della famiglia, ha usato parole molto dure sulla pensione opzione donna 2017. La definizione è a dir poco cruda: secondo la Saraceno il regime sperimentale è ‘una bella fregatura’. Le lavoratrici, a suo dire, possono sì and...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: