Previdenza complementare Inps: come funziona?

Previdenza complementare Inps: di cosa si tratta? Quali sono i vantaggi?

Come forse molti contribuenti già sapranno, grazie alla previdenza complementare si ottengono prestazioni previdenziali che vanno a sommarsi a quelle obbligatorie. Si tratta di una soluzione pensata per garantire a tutti lavoratori un tenore di vita adeguato anche inseguito il collocamento a riposo.

Il primo intervento che va a regolare la previdenza complementare è il decreto legislativo 124 del 1993. Altre rilevanti novità sono state poi aggiunte con il decreto legislativo 252 del 2005. Per quanto attiene il settore dei dipendenti pubblici, però, resta pertinente il decreto legislativo 124 del 1993, anche se potrebbero sopraggiungere altre novità.

Quali sono le categorie di lavoratori coinvolte? I beneficiari della previdenza complementare sono: dipendenti pubblici e privati, lavoratori autonomi, liberi professionisti, soci di cooperative, cittadini titolari di redditi diversi da quelli da lavoro, familiari a carico.

Fondo previdenza complementare Inps: gli elementi fondamentali da conoscere

I tratti costitutivi della previdenza complementare sono:

  • la sottoscrizione volontaria, ogni contribuente può scegliere liberamente se sottoscrivere una formula di pensione complementare;
  • la capitalizzazione individuale, i versamenti eseguiti vanno a sommarsi in conti individuali che sono intestati ai singoli iscritti. Quando si verifica il pensionamento si realizza la loro restituzione, inclusi gli interessi maturati;
  • a contribuzione definita, ciò significa che è possibile stabilire quanto si intende versare e quindi la prestazione previdenziale prodotta è il frutto delle somme versate e dal loro rendimento;
  • gestione da parte di soggetti di diritto privato.

Con la previdenza complementare il lavoratore può in sostanza strutturare il proprio futuro pensionistico.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

Calcolo Pensione Online: ultime notizie

Previdenza complementare Generali: opportunità per i giovani? Previdenza complementare Generali: in cosa consiste Un studio dell’Istat ha rivelato che al 40% dei giovani che oggi hanno tra i 25 e i 34 anni aspetta una pensione inferiore ai 1.000 euro. Questi numeri lanciano l’allarme e sottintendono la necessit...
Previdenza complementare Poste Previdenza complementare Poste Italiane: la pensione integrativa Il settore pubblico non riesce più a soddisfare le esigenze previdenziali come faceva una volta. Dunque strade alternative possono essere prese in considerazione per mettere il classico...
Fondo previdenza complementare Inps Fondo previdenza complementare Inps, cosa offre l’Inps Al giorno d’oggi la pensione tradizionale rischia di non bastare. L’Inps cerca di ottemperare a questa insufficienza proponendo una pensione integrativa, finanziata dal fondo di previdenza comple...
Pensione integrativa conviene? Ecco cosa sapere La pensione integrativa conviene? Rispondere a questa domanda è oggi molto importante, dal momento che la crisi e le riforme previdenziali hanno ridotto notevolmente l’ammontare dei futuri trattamenti previdenziali. Pensione integrativa:le differenz...
RITA Pensioni 2017: che cos’è, chi sono i destinatari e quali sono i requi... Negli ultimi tempi si sta sentendo parlare molto della RITA, acronimo di Rendita Integrativa Temporanea Anticipata. Ma di cosa si tratta? E qual è il legame con le pensioni? RITA Pensioni 2017: che cos'è? La rendita integrativa temporanea anticipat...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: