Pensioni come si calcola la quota 100: guida tecnica

Pensioni come si calcola la quota 100? In questi anni sono state messe in campo diverse proposte relative alla flessibilità in uscita, ossia la misura previdenziale avente l’obiettivo di consentire l’uscita anticipata dal mercato del lavoro con delle penalizzazioni sull’assegno.

Una di queste proposte ha messo in primo piano la cosiddetta quota 100, schema ideato dall’esponente PD Cesare Damiano che ha riportato in auge il sistema delle quote, messo in soffitta con il varo della Legge Fornero nel 2011.

Documentarsi su pensioni come si calcola la quota 100 è molto importante anche per capire le differenze rispetto alle misure che potrebbero essere concretizzate nei prossimi mesi. In questo novero è possibile includere il prestito pensionistico, che consentirebbe di andare in pensione prima grazie appunto a un prestito ventennale sottoscritto con un istituto di credito convenzionato con l’INPS.

Quota 100 Damiano: come funziona

Iniziamo a parlare di pensioni come si calcola la Quota 100 ricordando prima di tutto che si tratta di una proposta a firma Cesare Damiano, che prevede la possibilità di andare in pensione prima con il requisito minimo dei 62 anni di età e dei 35 anni di contribuzione.

Le altre combinazioni che permettono di perfezionare la Quota 100 sono i 62 anni di età e i 38 di contribuzione, oppure il raggiungimento dei 63 anni e il perfezionamento di 37 anni di contributi.

Pensione anticipata per i lavoratori autonomi: ecco cosa prevede la proposta Damiano

I criteri appena specificati riguardano il caso dei lavoratori dipendenti. Lo schema di Damiano prevede anche dei criteri per gli autonomi.

Pensioni come si calcola la quota 100 per gli autonomi? Semplicemente considerando non la quota 100 ma la quota 101, il che significa che è possibile andare in pensione solo dai 63 anni poi.

Quota 100 e penalizzazioni 2017: specifiche tecniche

Entrare nel dettaglio di pensioni come si calcola la quota 100 vuol dire toccare anche il tema delle penalizzazioni, fisiologico quando si discute di flessibilità in uscita.

La proposta di legge depositata da Cesare Damiano prevede penalizzazioni sull’assegno pensionistico pari al 2% per ogni anno di anticipo rispetto al compimento dei 60. Se invece si considera come riferimento il raggiungimento dei 62 anni, le penalizzazioni sono pari all’1% per ogni annualità di anticipo.

Quota 100 per i precoci: ecco cosa ha previsto il disegno di legge

Quando si discute di pensioni come si calcola la Quota 100 è automatico spostare l’attenzione sulla sorte dei lavoratori precoci.

Il ddl di Cesare Damiano non ha previsto alcun tipo di misura per l’uscita anticipata dei lavoratori che hanno iniziato a versare i contributi prima del compimento dei 18 anni.

Per specifiche definitive sul loro futuro si aspettano le prossime settimane e informazioni chiare relative all’applicazione della quota 41 o del bonus contributivo, che favorirebbe addirittura chi ha iniziato a lavorare a 16 anni.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: