Pensione di anzianità con il sistema delle quote

Anche se la possibilità di accedere alla pensione di anzianità con il sistema delle quote è stata in gran parte superata con la Riforma Fornero nel 2011, esistono comunque alcune categorie di lavoratori che possono usufruirne. Vediamo secondo quali regole.

Quando vado in pensione: come funzionano le quote

La pensione di anzianità con il sistema delle quote consente di usufruire a domanda del trattamento di pensione anticipata a fronte del raggiungimento di una determinata somma tra anzianità contributiva ed età anagrafica.

Lo status precedente la Riforma Fornero consentiva per esempio ai lavoratori dipendenti di ricevere l’assegno di pensione anticipata al raggiungimento della quota 96, data dalla somma tra non meno di 35 anni di contributi e 61 anni di età anagrafica (si tratta della combinazione base).

Adesso, fatta eccezione per alcuni dipendenti del comparto scuola, è necessario aver maturato almeno 42 anni e 6 mesi di contributi (un anno in meno per le lavoratrici di sesso femminile).

Dal 1° gennaio 2016 scattano gli adeguamenti all’aspettativa di vita Istat, che prevedono cambiamenti anche per il sistema delle quote.

Pensione anticipata: gli adeguamenti Istat cambiano anche il sistema delle quote

Anche la pensione di anzianità con il sistema delle quote è coinvolta negli adeguamenti alla speranza di vita Istat, che scatteranno a partire dal 1° gennaio 2016, mettendo in campo dei criteri anagrafici a cui si dovrà rispondere fino alla fine del 2018.

A livello pratico, nel caso specifico delle quote è necessario aggiungere tre punti decimali al criterio anagrafico (p.e. i lavoratori per i quali si applica la quota 96 possono andare in pensione anticipata non prima dei 61 anni e 7 mesi).

Calcolo pensione Inps: i contributi minimi per il sistema delle quote

Per andare in pensione di anzianità con il sistema delle quote è necessario aver perfezionato non meno di 35 anni di contributi.

Ai fini del calcolo non sono efficaci i contributi figurativi versati per disoccupazione ordinaria o malattia.

Pensioni anticipate: ecco quando si inizia a ricevere il trattamento

Quando si parla di pensione di anzianità con il sistema delle quote è bene ricordare anche quando inzia la ricezione del trattamento mensile. Ecco le regole principali:

  • Differimento di 12 mesi dalla data di perfezionamento dei requisiti se la pensione anticipata è liquidata a carico del Fondo Lavoratori Dipendenti e dei fondi pensioni AGO.
  • Differimento di 18 mesi dalla data di perfezionamento dei requisiti anagrafici e contributivi se la pensione anticipata è liquidata a carico delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi.

La decorrenza del trattamento pensionistico è fissata dal primo giorno del mese successivo allo scadere dei succitati mesi di differimento.

Per avere diritto alla ricezione della pensione anticipata è necessario cessare qualsiasi tipo di lavoro svolto come dipendente. Non risulta invece obbligatorio fare lo stesso con le attività di libera professione.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

Calcolo Pensione Online: ultime notizie

Pensionati all’estero: il danno per le casse dello Stato Pensionati all'estero dove andare e perché: i risultati dell’indagine Inps Nonni in fuga. Dopo i “cervelli” a darsela a gambe sono i pensionati. Negli ultimi anni un numero sempre crescente ha deciso di lasciare l'Italia per trasferirsi all’estero. ...
Riforma pensioni 2016 ultime novità: precoci e opzione donna Riforma pensioni del 2017: le ultime novità Continuano i dibattiti sulla riforma pensioni 2017 che riguardano sia gli interventi che sono stati rimandati al futuro per garantire una maggiore flessibilità in uscita ma soprattutto le modifiche tampone...
Quanto prende di pensione una casalinga Con la situazione lavorativa attuale, spesso caratterizzata da incertezza, capita frequentemente che una donna fatichi a trovare un impiego. Per questo motivo è molto utile informarsi su quanto prende di pensione una casalinga, così da avere le idee ...
Novità Pensioni Oggi: dal 2019 si andrà in pensione a 67 anni Appena l'altro giorno, l’ISTAT ha confermato che, alla luce del continuo aumento dell'aspettativa di vita, dal 2019 si andrà in pensione a 67 anni. Ma vediamo nel dettaglio cosa cambierà nei prossimi anni. Novità Pensioni Oggi: pensione a 67 anni? ...
Perché andare in pensione? Quali le condizioni di pensionamento? Le regole del sistema previdenziale cambiano spesso. Oggi chiedersi perché andare in pensione significa da un lato considerare l’assetto della Legge Fornero, dall’altro, invece, prepararsi alle novità che potrebbero arrivare con l’inizio del 2017. P...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: