Sono in pensione posso lavorare con i voucher: facciamo chiarezza

I voucher rappresentano una soluzione molto valida per retribuire il lavoro accessorio. Informarsi in merito a sono in pensione posso lavorare con i voucher è fondamentale, dal momento che i buoni lavoro possono riguardare le prestazioni lavorative occasionali erogate da diverse persone.

Cosa sono i voucher?

Prima di rispondere alla domanda sono in pensione posso lavorare con i voucher è necessario considerare le caratteristiche dei buoni lavoro, che possono essere utilizzati da soggetti come famiglie, enti senza scopo di lucro, imprese familiari, imprese di altro tipo operanti in tutti i settori.

I voucher rappresentano, come già ricordato, una soluzione finalizzata alla retribuzione del lavoro occasionale accessorio. Il valore nominale lordo di ciascun voucher è pari a 10€. Il valore netto, invece, è pari a 7,50€, somma che corrisponde alla retribuzione di un’ora di prestazione lavorativa.

I voucher non possono essere utilizzati per retribuire il lavoro agricolo. In questo ambito è necessario considerare le specifiche di determinati contratti di lavoro.

Chi sono i beneficiari dei pagamenti con i voucher?

Entriamo nel vivo dei beneficiari dei pagamenti con i buoni lavoro e vediamo la risposta alla domanda sono in pensione posso lavorare con i voucher.

La risposta è affermativa. I pensionati hanno la possibilità di essere pagati -  a fronte della prestazione di lavoro accessorio – con i voucher. Questo vale a prescindere dalla tipologia di trattamento pensionistico che il soggetto percepisce. Chiaramente non è possibile lavorare ed essere retribuiti tramite voucher in caso di titolarità di una pensione d’invalidità.

Tra gli altri beneficiari è possibile includere i disoccupati e gli inoccupati – la retribuzione con voucher non tocca l’indennità – gli studenti, i lavoratori domestici, gli extra comunitari. Per quanto riguarda gli extra comunitari è bene specificare che i voucher, se non sono integrati ad altre tipologie di reddito, non sono utili ai fini del permesso di soggiorno.

Lavoro pagato con i voucher: quali limiti considerare

Dopo aver chiarito la risposta a sono in pensione posso lavorare con i voucher è necessario parlare di limiti. I prestatori di lavoro devono considerare un limite annuo di 7.000€. Per ciascun committente bisogna considerare come punto di riferimento i 2.200€ netti.

Come riscuotere i voucher?

L’ultimo punto sul quale soffermarsi dopo la risposta a sono in pensione posso lavorare con i voucher riguarda le modalità di riscossione dei buoni lavoro.

I beneficiari, siano essi pensionati o meno, possono riscuotere i buoni lavoro in diversi modi. I voucher possono essere riscossi presso gli uffici postali entro due anni dalla loro emissione. I buoni acquistati presso gli sportelli bancari possono essere riscossi solo rivolgendosi al circuito bancario. Il limite da considerare in questo caso è un anno dalla fine della prestazione.

Un ultimo caso da considerare è quello dei buoni lavoro acquistati presso tabaccai, che possono essere riscossi sempre presso i tabaccai entro un anno dalla loro emissione.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: