Prestiti autorizzati Inps: le alternative più vantaggiose per risparmiare

Grazie ai prestiti autorizzati Inps è possibile accedere al credito rivolgendosi a realtà di diverso tipo che, come dice la definizione stessa dei prodotti, hanno stabilito convenzioni con l’Ente.

Prestiti convenzionati Inps ex Inpdap: le proposte di Banca Intesa

L’ambito dei prestiti autorizzati Inps comprende diverse soluzioni, dedicate anche ai pensionati. A tal proposito è utile fare un cenno alle proposte di Banca Intesa e, in particolare, a PerTe Prestito Pensionati. Il prodotto in questione è accessibile a tutti i pensionati Inps, anche se non risultano correntisti di Banca Intesa o degli istituti partner.

Fondamentale è il requisito anagrafico, che prevede un limite di 83 anni non ancora compiuti al momento della richiesta di accesso al credito.

PerTe Prestito Pensionati: altre informazioni sul prodotto di Banca Intesa

PerTe Prestito Pensionati è uno dei riferimenti più interessanti da considerare quando si parla di prestiti autorizzati Inps. Il prodotto in questione basa il suo rimborso sulla cessione del quinto ed è caratterizzato da un piano di ammortamento la cui durata è compresa tra i 24 e i 120 mesi.

Non sono previste spese d’istruttoria e neppure oneri per l’incasso della rata. Il cliente, che può destinare la cifra richiesta a qualsiasi scopo senza bisogno di presentare giustificativi, ha modo di estinguere il prestito quando vuole. In tal frangente deve prendere in considerazione la presenza di un indennizzo massimo pari all’1% del debito residuo.

Cessione del quinto della pensione con BNL: ecco cosa sapere prima di richiederla

Nel novero dei prestiti autorizzati Inps è possibile includere anche la cessione del quinto proposta da BNL Gruppo BNP Paribas. Da ricordare quando si discute di prodotti di questo tipo è la possibilità, grazie alla convenzione, di avere in mano la comunicazione di quota cedibile in maniera immediata.

Il documento in questione, sul quale è esplicitato l’ammontare massimo della rata decurtabile, è necessario per l’erogazione di qualsiasi prestito contraddistinto dalla cessione del quinto del trattamento pensionistico.

Prestito contro cessione del quinto della pensione: cosa propone BNL

Continuiamo a discutere di prestiti autorizzati Inps approfondendo in particolare la cessione del quinto della pensione di BNL. In questo caso la cifra massima richiedibile è pari a 90.000€ e il piano di ammortamento è compreso tra i 24 e i 120 mesi. Per pensionati di età particolarmente avanzata la durata massima può essere abbassata a 60 mesi.

Il tasso, come prevedono le normative ufficiali sulla cessione del quinto, è fisso per tutta la durata del rimborso e inferiore alla soglia anti usura. Per fare un esempio concreto possiamo chiamare in causa un prestito di 24.000€ richiesto da un pensionato con una pensione netta di 1.000€.

Il prodotto in questione si può rimborsare con un piano di 120 mesi e con rate da 200€ al mese. I costi prevedono l’applicazione di un’imposta di bollo di 16€.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: