Poste italiane prestiti pensionati Inps: come ottenere credito

Poste Italiane prestiti pensionati Inps: Quinto BancoPosta Pensionati

Quinto BancoPosta Pensionati è un finanziamento su cessione del quinto dedicato a tutti i titolari di trattamenti pensionistici. Un prestito personale che consente di accedere a somme anche superiori a 10 mila euro, grazie alla presenza della pensione.

Con un tasso di interesse costante nel tempo, Quinto BancoPosta Pensionati è accessibile a tutti i titolari di pensione, che alla scadenza del piano di ammortamento non hanno compiuto l’81esimo anno di età. Il piano di ammortamento può estendersi fino a 10 anni (durata minima 36 mesi) e il rimborso avviene tramite decurtazione diretta della rata dalla pensione.

Trattandosi di una cessione del quinto, l’importo della rata mensile non può superare la quinta parte (ossia il 20%) della pensione del richiedente al netto delle tasse.

Poste Italiane prestiti pensionati Inps su cessione del quinto

La somma massima finanziabile varia in base all’importo della pensione, ai fini dell’accesso al credito infatti è necessario presentare la Certificazione di quota cedibile rilasciata dall’Ente Previdenziale. A garanzia del finanziamento è prevista la sottoscrizione di un’assicurazione contro il rischio vita. Tale copertura è obbligatoria per legge.

L’offerta Poste Italiane prestiti pensionati Inps è accessibile anche se il richiedente ha altri prestiti in corso o è segnalato nei database del SIC come cattivo pagatore o protestato. Non è richiesta la presenza di un conto corrente e non sono previste commissioni né spese per l’estinzione anticipata.

Per richiedere il finanziamento è necessario presentarsi  presso un Ufficio Postale abilitato con i seguenti documenti:

  • tessera sanitaria
  • documento d’identità
  • cedolino pensione
  • comunicazione di quota cedibile.

Prestiti per pensionati poste italiane: il tasso di interesse

Nel caso in cui il prestito sia richiesto per il rinnovo di un’altra cessione in corso è necessario presentare anche il conteggio estintivo redatto dalla precedente finanziaria.

Per i cittadini stranieri è richiesto, oltre ai documenti sopraindicati, un permesso di soggiorno a tempo indeterminato o in alternativa la documentazione attestante che il richiedente risiede Italia da almeno 5 anni. In ogni caso ricordiamo che a seconda del profilo del cliente, Poste Italiane si riserva la facoltà di richiedere una documentazione aggiuntiva rispetto a quella elencata.

Per quanto riguarda il tasso d interesse, che come abbiamo anticipato è sempre fisso, il tan varia a seconda dell’importo e dalla durata del finanziamento. Ad esempio per un prestito da 8680 euro rimborsabile in 60 rate (5 anni), il tan applicato è pari all’8,92%, mentre il taeg ammonta al 9,38%. La rata mensile invece ammonterà a 180 euro.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: