Pensioni scuola: le novità da non perdere

Quali sono le novità delle ultime settimane in ambito di pensioni scuola? Vediamo assieme le più importanti.

Ultime notizie pensioni: il Miur avvia il pensionamento d'ufficio

Una nota del Miur risalente alla metà del mese di marzo ha chiarito tutto in merito a un argomento molto scottante quando si parla di pensioni scuola, ossia l'abolizione del trattenimento in servizio, per la quale vengono collocati in pensione a partire dal 1° settembre 2015 tutti i lavoratori della scuola che hanno maturato i requisiti per andare in pensione con la vecchia normativa entro il 31 dicembre 2011.

Pensione scuola, nessun cenno ai Quota 96 nel documento "La buona scuola"

Un altro nodo molto importante sull'argomento pensioni scuola riguarda la mancanza di chiarimenti nel documento "La buona scuola" in merito alla situazione dei Quota 96, ossia quei lavoratori del sistema scolastico che hanno maturato il diritto alla pensione di anzianità durante l'anno solare 2012 raggiungendo quota 96 con la somma dei contributi e degli anni di età, ma che sono rimasti in servizio per via delle modifiche della Legge Fornero, che non hanno tenuto conto delle specificità dell'anno lavorativo nella scuola.

La situazione coinvolge attualmente circa 3.0000 persone, numero diminuito rispetto alle precedenti oltre 4.000, alcune delle quali hanno fatto domanda per l'assegno previdenziale da parte dell'Inps.

Secondo quanto affermato dal Ministro Giannini saranno presto avviate riflessioni istituzionali sulla situazione dei Quota 96 della scuola, che è stata affrontata attraverso emendamenti non approvati nel settembre 2014. Importante è ricordare che tra i lavoratori della scuola rientranti nella Quota 96 potranno andare in pensione nel 2017 quelli che hanno compiuto 61 anni prima del 31 agosto 2012.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui: ,
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: