Opzione donna: ecco cosa non puoi non sapere sui requisiti

L'opzione donna è un regime in vigore dal 2008, che permette alle lavoratrici di andare in pensione a 57 anni di età (58 se autonome) e 35 anni di contributi, a patto di accettare il calcolo dell'assegno con il metodo contributivo.

Pensioni news: la proroga del contributivo donna

L'opzione donna scade ufficialmente il 31 dicembre 2015, data entro la quale è necessario aver perfezionato i già citati requisiti, con l'aggiunta di tre mesi all'età anagrafica per effetto dell'adeguamento della speranza di vita.

Dal Ministro del Lavoro Giuliano Poletti sono arrivate ufficializzazioni in merito alla valutazione di una possibilità di proroga, che sta venendo analizzata in collaborazione con il Presidente Inps Boeri.

Pensioni oggi: ecco cosa devono sapere le lavoratrici sul contributivo donna

Ci sono altri punti fondamentali oltre ai requisiti minimi riguardo all'opzione donna. Uno di questi è il fatto che anche per questa forma di pensione anticipata rimane in vigore il regime della finestra. Cosa implica concretamente?

L'erogazione del primo assegno pensionistico mensile a 12 mesi dalla maturazione dei requisiti per le lavoratrici dipendenti, e dopo un periodo di 18 mesi per quel che concerne le lavoratrici autonome.

L'assegno delle lavoratrici che decidono di usufruire del contributivo donna risulta minore rispetto a chi opta per la pensione calcolata con il sistema misto. A quanto ammontano le decurtazioni? A circa il 25/30% dell'ammontare che si riceverebbe scegliendo il già citato sistema misto e non l'unica opzione contributiva.

Il taglio risulta tuttavia variabile e legato al tipo di lavoro della beneficiaria del trattamento e alla sua età. Fattori da tenere presenti per orientarsi in questo settore.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

Calcolo Pensione Online: ultime notizie

Anticipo pensione: guida sull’APE, tutte le opportunità Con l’inizio del 2017 potrebbero concretizzarsi delle novità molto importanti in ambito previdenziale. La più rilevante è senza dubbio l’anticipo pensione, ossia la possibilità di uscire dal mercato del lavoro tre anni prima grazie a un prestito vent...
Pensione sociale casalinghe: di cosa si tratta? Come e quando richiederla? Pensione sociale: disponibile anche per chi lavora a casa Quello della casalinga è un lavoro invisibile. Lo è innanzitutto per lo Stato, che non riconosce a esso uno status paragonabile a quello delle professioni vere e proprie. Non lo è dal punto d...
Pensione opzione donna 2017: le critiche della sociologa Chiara Saraceno Chiara Saraceno, sociologa della famiglia, ha usato parole molto dure sulla pensione opzione donna 2017. La definizione è a dir poco cruda: secondo la Saraceno il regime sperimentale è ‘una bella fregatura’. Le lavoratrici, a suo dire, possono sì and...
Pensione di anzianità donne: i requisiti per il 2016 La pensione di anzianità donne - dopo la Legge Fornero pensione anticipata - è un'opzione che permette di lasciare il lavoro prima del raggiungimento dell'anzianità massima di servizio. Pensione anzianità: i requisiti per le donne Per richiedere la...
Riforma pensioni e calcolo pensioni: news legge di stabilità 2018 In vista della manifestazione del 2 dicembre organizzata dai sindacati, la riforma pensioni prevista dalla legge di stabilità 2018 prende vita. Le pensioni oggi sono uno dei temi più sensibili e delicati per il governo e le parti sindacali. In perio...

 

Maggiori informazioni qui: ,
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: