Pensioni precoci: come e quando andare in pensione?

Il nodo delle pensioni precoci è senza dubbio uno dei più importanti nella definizione dello scenario previdenziale post Legge Fornero. Ecco qualche chiarimento in merito.

Riforma pensioni: le alternative per i lavoratori precoci

Quali sono le principali alternative in campo per le pensioni precoci? In prima linea è possibile trovare le formule della Quota 100 e Quota 97, ossia i risultati della somma tra età anagrafica e anzianità contributiva.

Queste opzioni non sono però molto gradite ai lavoratori precoci, in quanto prevedono una riduzione dell’assegno percepito mensilmente, nonostante l’accumulo di un congruo numero di anni di contribuzione, in alcuni casi superiore ai 50.

A quanto ammonterebbero le penalizzazioni? Si partirebbe da una decurtazione minima del 2%, fino ad arrivare all’8%.

Ultime sulle pensioni: la quiescenza flessibile per i lavoratori precoci

Tra le varie proposte per la gestione delle pensioni precoci è possibile citare anche la quiescienza flessibile. Di cosa si tratta? Di un meccanismo che eliminerebbe il vincolo anagrafico, dando la possibilità di andare in pensione al raggiungimento dei 41 anni di contributi.

Questa alternativa risulta particolarmente gradita ai lavoratori precoci, specialmente a chi ha iniziato il proprio percorso professionale prima del compimento dei 18 anni.

Pensioni donne: prosegue la battaglia per il rinnovo dell’opzione contributiva

Mentre si discute di pensioni precoci e di miglioramento della flessibilità in uscita rimane comunque aperta la questione del contributivo donna, l’opzione che consente alle lavoratrici che hanno raggiunto i 57 anni e 3 mesi di età - un anno in più se autonome - di andare in pensione anticipata a patto di aver perfezionato 35 anni di contributi e di accettare il calcolo dell’assegno con il sistema contributivo.

L’opzione sperimentale è in scadenza il 31 dicembre 2015, e ad ottobre si terranno le prime udienze al TAR in seguito alle class action mosse dai comitati di categoria.

Importante è ricordare che l’idea di estendere il contributivo anche ai lavoratori di sesso maschile, come affermato da Poletti stesso, è tra le numerose proposte in corso di studio.

Ultimissime pensioni: Damiano attende l’audizione con Poletti

Adesso si attendono i fatti, come per esempio l’audizione del 3 giugno, che vedrà protagonisti il Ministro Poletti, il Presidente Inps Tito Boeri, le parti sociali e i membri della Commissione del Lavoro.

In una nota ufficiale Cesare Damiano si è detto pronto a una convergenza su un tema fondamentale per risolvere il problema delle pensioni precoci, ossia la questione delle uscite flessibili a 62 anni.

Secondo alcune fonti vicine all’esecutivo, nella proposta firmata da Cesare Damiano e Pierpaolo Baretta sarebbe inclusa la possibilità di andare in pensione 4 anni prima, a patto di accettare un ulteriore aumento delle decurtazioni sull’assegno pensionistico.

Si arriverebbe quindi a perdere circa una mensilità all’anno, cosa che comporterebbe un considerevole risparmio per le casse statali.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

Calcolo Pensione Online: ultime notizie

Pensioni ultime novità Governo Renzi Ci sono molti punti in discussione in merito a pensioni ultime novità Governo Renzi. Ecco il quadro generale. Riforma pensioni: la discussione sulla Quota 100 Tra i principali punti di discussione in merito a pensioni ultime novità Governo Renzi si...
Riforma pensioni Renzi: “cambieremo la Fornero, più flessibilità” Le principali linee della riforma pensioni Renzi dovrebbero ruotare attorno a una maggiore flessibilità in uscita rispetto al quadro attuale della Legge Fornero: questo il focus delle dichiarazioni del Premier, che ha parlato delle prossime modifiche...
Pensioni 2016 news oggi: Nannicini e flessibilità in uscita Tra le principali pensioni 2016 news oggi è possibile ricordare le dichiarazioni del sottosegretario a Palazzo Chigi Nannicini, intervistato dal Corriere della Sera sull’APE. Parlando di anticipo pensionistico Nannicini si è espresso soprattutto s...
Pensione a 64 anni: le ultime novità Tra le principali novità in ambito previdenziale è possibile ricordare la nascita di un comitato dedicato al tema pensione a 64 anni. L’iniziativa, nata dall’idea di Sergio Ormea, è finalizzata a chiedere la possibilità di andare in pensione a 64 ann...
Pensioni precoci Inps: le ipotesi al vaglio della politica nel 2015 Pensioni precoci: l’ostacolo è il taglio delle tasse Potremmo immaginare la finanza pubblica come una coperta. Nel caso dell’Italia, una coperta troppo corta. I vincoli sono tanti, le risorse effettivamente disponibili poche. Numerose sono invece le...

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: