Come avviene il calcolo pensione opzione donne?

Calcolo pensione opzione donne: quali sono le novità per il 2015?

Il 2015 sarà un anno di novità per la questione della riforma pensioni. Secondo le ultime indicazioni arrivate dal Parlamento, il prepensionamento interesserà sia le donne che gli uomini, nel rispetto chiaramente di una serie di specifiche condizioni.

L’Inps ha poi chiarito che l’Opzione Donna sarà valida anche per il 2015 e permetterà alle lavoratrici di andare in pensione a 57 anni e tre mesi di età (58 anni e tre mesi per le autonome), purché abbiano provveduto al versamento di almeno 35 anni di contributi.

Calcolo pensione anticipata Opzione donne

Quali sono i parametri utili per il calcolo della pensione? Se l’Opzione Donna è stata oggetto di una proroga fino al 2016, l’accesso alla pensione prevede il rispetto di vari vincoli. Il prepensionamento implica un calcolo dell’assegno basato, in base alle indicazioni Inps, nel rispetto del metodo contributivo e non retributivo.

Calcolo pensione opzione donne e le altre novità

Una scelta compiuta nonostante il metodo retributivo fosse in vigore al momento in cui le lavoratrici hanno versato le contribuzioni dei primi anni. Ciò implicherà delle ricadute significative per i soggetti che accederanno alla pensione.

Vi sarà, in base a quanto riportato dagli esperti, una contrazione relativa quanto meno alle somme versate nei primi periodi. Nel corso del 2015 non ci saranno inoltre penalizzazioni per chi vorrà andare in pensione prima di 62 anni. A partire dal 2015 serviranno 42 anni e 6 mesi di contributi per lasciare il lavoro, a prescindere dall’età anagrafica. Il computo non prevede la presenza di penalizzazioni.

Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui:
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: