Calcolo per Andare in Pensione: come scoprirlo?

Il calcolo riguardante l'età pensionabile è cambiato e sempre più persone si ritrovano dinnanzi alla difficoltà di capire quando andranno in pensione.

Il tutto per via della legge di bilancio del 2017, la quale ha introdotto nuovi strumenti per anticipare l'età pensionabile per alcune categorie di persone. La normativa ha stabilito che:

  • si può accedere alla cosiddetta pensione di vecchiaia soltanto a 65 anni e 7 mesi;
  • è stato ampliato l'accumulo di periodi assicurativi;
  • sono state abolite le finestre mobili;
  • è stata prorogata l'opzione donna per aiutare le lavoratrici con 57 anni di età e 53 anni di contributi;
  • sono state cancellate le penalizzazioni sulle uscite anticipate al 62° anni di età.

Tali cambiamenti hanno reso difficile il calcolo per andare in pensione, il che ha sua volta ha reso necessaria la pubblicazione di appositi strumenti sul web che permettono di quantificare gli anni che mancano al termine della carriera lavorativa.

Come utilizzare i programmi del calcolo per andare in pensione?

Innanzitutto bisogna trovare i programmi giusti. Sul web ce ne sono di diversi: da quelli che prendono in considerazione anche i più piccoli dettagli, fino ai programmi che fanno un conto generico e poco accurato.

Il cartiglio di calcolo più preciso è sicuramente quello che si può trovare sul sito dell'IRPEF. I dati da immettere sono pochi, ma essenziali:

  • la data di nascita;
  • le informazioni generali sul lavoratore;
  • i contributi versati dopo la data indicata;
  • il calcolo speranza di vita, in cui bisogna specificare se s'intende lo scenario Istat 2007 o il scenario Istat 2011;
  • i campi liberi in cui l'interessato deve specificare alcuni fattori come la data di maturazione dei requisiti, la quantità dei contributi totali, il tipo di pensione ecc.

Di cosa tiene in conto il calcolo?

Il calcolo effettuato si basa:

  • sulla legge 214 del 2011 (famosa come il decreto Monti);
  • sulle circolari dell'INPS;
  • sul decreto milleproroghe.

Per tutti coloro la cui pensiona matura fino al 31 dicembre del 2011, il calcolo viene svolto in relazione alle tabelle e norme delle leggi 247 del 2007, 122 del 2010, 111 del 2011, 148 del 2011.

Il calcolo per andare in pensione tiene in conto:

  • dell'attività lavorativa e della sua prosecuzione automatica, con il relativo regolare accredito dei contributi;
  • degli effetti contributivi ai fini dell'anzianità contributiva di 35 anni;
  • della quota minima che si può raggiungere per avere diritto alla pensione;
  • del requisito dei 40 anni di contributi pagati per tutti i dipendenti pubblici.
Preventivi prestiti gratis in 5 minuti

 

 

Maggiori informazioni qui: , ,
Ti è piaciuto l'articolo? Sei rimasto soddisfatto? Aiutaci a far crescere il portale clicca qui: